I dolci delle feste dei Grandi Interpreti Mulino Caputo

Evento dolce ed educativo

“I Dolci delle Feste dei grandi Interpreti by Mulino Caputo” quest’anno è giunto alla sua decima edizione. Celebrata in modo degno lo scorso lunedì 29 novembre a Napoli, presso il Grand Hotel Vesuvio di Via Partenope.

Obiettivo della manifestazione, in attesa delle festività natalizie, è mettere a confronto alcuni tra i più famosi e dotati Maestri pasticceri e lievitisti. Ciò con lo scopo di evidenziare quelle che saranno le tendenze e le caratteristiche dei consumi delle Feste.

Il tema di questa edizione 2021 è stato “Farina&Cioccolato”. Ovvero Rivisitazioni dei classici come la cassatina, gli struffoli e i mustaccioli ma anche di lievitati pensati ad hoc per l’occasione, come un Panettone ai tre Cioccolati o un Bûche de Noël.

Quest’anno a sfilare c’erano nomi di alti profilo. Luigi Biasetto, Salvatore Capparelli, Sal De Riso, Carmine Di Donna. Marco Infante, Pasquale Pesce, Ciro Poppella. Sabatino Sirica e Angelo Mattia Tramontano.

Per quest’anno erano presenti anche delle new entry dello scenario. Ovvero il giovane Michele Cannavacciulo, pastry chef della Torre Del Saracino di Seiano e Chiara Cianciaruso, che ha inaugurato il suo Mon Sciù poco meno di 2 anni fa. Ma tanto è bastato per imporsi in città in città come una delle interpreti più apprezzate della pasticceria di gusto internazionale.

L’evento “I Dolci delle Feste dei grandi Interpreti by Mulino Caputo”, oltre a portare in scena le tendenze dei dolci di fine anno, rappresenta anche un momento di raffronto tra i Maestri pasticceri.

Ci si tiene alla tradizione ma tutti loro le consideriamo una base da cui partire per innovare.

E per l’appunto, per questa edizione, contando su due ingredienti principi della pasticceria, farina e cioccolato, abbiamo visto nuovi dolci da servire sulle tavole delle Feste.

 

L’obiettivo è il medesimo da sempre. Ossia, promuovere il confronto e a stimolare la creatività dei nostri Maestri pasticceri.

 

Continuate a seguirci su Instagram.

 

 

 

Altre storie
Pizza Marketing