settimo campionato nazionale pizza doc

Pizza DOC: la bontà della vittoria

Danny Aiezza, Franco Pepe, Gabriele Bonci e tanti altri esponenti del mondo pizza premiati con i Pizza DOC Awards. Ecco il gustoso resoconto del concorso!

Svizzero? No casertano! È proprio Danny Aiezza, il trentunenne casertano di Vitulazio, il nuovo vincitore del VII Campionato Nazionale Pizza DOC. Residente a Lugano, in Svizzera, e titolare della pizzeria take away Diametro 31, Danny Aiezza si è infatti aggiudicato, proprio in questi giorni, il VII Campionato Nazionale Pizza DOC.

“Sono partito da Lugano senza aspettative. – racconta Danny – Ma solo per il gusto di condividere esperienze e rapporti umani. Non mi aspettavo assolutamente di poter vincere ed essere il primo in assoluto. Per me fare il pizzaiolo è tutto, è la mia comfort zone, la mia isola felice, l’unico posto dove mi trovo in armonia con me stesso.”

Il settimo Campionato Nazionale Pizza DOC: Riconoscimenti ufficiali

E se Alessandro Capozzi, dall’Irlanda, si è aggiudicato invece il premio “Pizza DOC in the World – Miglior pizzaiolo italiano all’estero”; altrettanti premi sono stati consegnati a tanti altri luminari del gustoso settore. Novità assoluta di quest’anno è stata infatti proprio quella dei “Pizza DOC Awards”, vale a dire, di nuovi e illustri riconoscimenti consegnati alle personalità contraddistinte nel mondo pizza durante l’ultimo anno. Ad essere premiati? Franco Pepe, l’abilissimo maestro pizzaiolo casertano! il romano Gabriele Bonci, Antonio Starita della omonima pizzeria di Materdei a Napoli, ed ancora, Alessandro Condurro del gruppo “Da Michele in the world”, Sergio Miccù della “APN” e i pizzaioli della nuova generazione: Carlo Di Cristo, Alessandro Servidio, Angioletto Tramontano, Raffaele Bonetta, Vincenzo Capuano e Salvatore Lionello.

Altri premi

Ma non finisce qui. Ad essere premiati anche gli imprenditori, nonché food influencer, Vincenzo Falcone e Gian Andrea Squadrilli; Giuseppe Russo de “Il mio viaggio a Napoli” , il pizzaiolo tiktoker Errico Porzio, l’imprenditore Marco Infante, il giovane giornalista Leonardo Ciccarelli e gli autori della guida “50 Top Pizza” Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro.

Settimo Campionato Nazionale Pizza DOC: Un progetto benefico.

Il gala, presentato dal volto Rai Beppe Convertini, è stato inoltre accompagnato dalla giornalista e speaker radiofonica Ilaria Cuomo ed ha potuto raccogliere notevoli fondi per “La stanza di Tobia”, il progetto di beneficenza realizzato dalla Accademia Nazionale Pizza DOC in collaborazione con l’ARLI – Associazione Regionale Leucemie Infantili. Del progetto, che mette a disposizione gratuitamente un appartamento per le famiglie dei piccoli pazienti ricoverati all’ospedale “Santobono – Pausillipon” di Napoli, ne ha infatti parlato con entusiasmo anche Franco Pepe.

Franco Pepe: una felicissima partecipazione

“Ho partecipato con piacere a questa manifestazione – racconta infatti a tal proposito Franco Pepe – soprattutto per il suo scopo benefico a supporto del progetto “La stanza di Tobia”. – e continua – La serata è stata anche un momento per celebrare il mondo pizza insieme alla nuova generazione di giovani pizzaioli, la rappresentanza de “Le Centenarie” e di chi ha mantenuto la tradizione della pizza napoletana. È stato un momento per incontrare gli amanti della pizza insieme a tanti produttori. Infine ringrazio Antonio Giaccoli per il premio poiché averlo ricevuto nella mia regione e dall’associazione fatta da pizzaioli, è ancora più gratificante”.

Antonio Giaccoli e il settimo Campionato Nazionale Pizza Doc

Organizzato da “Accademia Nazionale Pizza DOC” del presidente Antonio Giaccoli, il settimo Campionato Nazionale Pizza DOC tenutosi negli spazi del parco acquatico Isola Verde della Costa Sud di Salerno, è stato davvero il risultato di anni di lavoro. “La settima edizione è stato il risultato di quello che abbiamo fatto per anni nel mondo pizza. – spiega infatti Giaccoli – Non volevo deludere le aspettative a riguardo. E credo di esserci riuscito. Sia per il numero di partecipanti che per quello dei visitatori. La soddisfazione più grande è stata questa, esserci riuscito.

E non immaginavano, dopo 2 anni di fermo, di portare tante persone a mettersi in gioco. Vedere persone partecipare da tanti Paesi esteri rappresenta il fatto che stiamo lavorando bene. L’Accademia ed il Campionato Nazionale Pizza DOC contribuiscono a valorizzare il Made in Italy ed il ruolo del pizzaiolo nel mondo. Novità assoluta di quest’anno è infatti il Pizza DOC Awards nato dall’idea di premiare le eccellenze del mondo pizza dal punto di vista imprenditoriale ed artigianale. Ma anche comunicativo e tecnologico.”

L’unione fa la forza, ma anche di più!

Un meraviglioso evento dunque, ma anche un’eccezionale occasione che ha potuto infine contare anche su Partner d’eccezione come Molino Caputo, Latteria Sorrentina, Forni Reppuccia, Cantine Mediterranee, Parmacotto, Gruppo San Pellegrino, Jamonita, Sapori di Napoli, Workline – Divise & Divise, Mecnosud, Caldo Pellet, Carbone Conserve, Sacar Forni, Forni Reppuccia, Cantine Mediterranee e tante altre aziende presenti nell’area EXPO allestita per l’occasione.

L’unione, è risaputo, fa la forza, ma il gusto anche di più.

s.g

Altre storie
calzone pizza
La pizza chiusa e il calzone napoletano, i fratelli “abbottonati” della pizza