I colori nel Food Marketing

I colori nel Food Marketing

La scelta dei colori giusti e delle combinazioni vincenti è sempre un argomento spinoso, che si tratti dell’outfit per una serata galante o di un logo, dell’insegna e degli interni di un locale. Anche nel food i colori non coinvolgono solo la sfera visiva, ma anche quella emozionale e riguardo un discorso più profondo che investe anche le materie prime e gli ingredienti, e persino la vision del ristoratore. Un colore vincente nonché prediletto dai grafici nel mondo food è l’arancione, poiché è estremamente energico, vivo, magnetico, accattivante e mette di buon umore anche nella noiosa vita quotidiana. C’è da dire che in via generale nel food non esistono combinazioni di colori sbagliati e anche accostamenti arditi come marrone e rosa possono dar grinta a un progetto nuovo. Così come non esistono colori troppo “insoliti” da bocciare a priori (fucsia, verde tiffany, turchese). 

Ecco una rapida guida ai colori nel food. 

 

Tinta 

La tinta di un colore si ottiene aggiungendo bianco a quel colore.

 

Tono 

Il tono di un colore dipende dalla percentuale di grigio che si aggiunge.

 

Saturazione

La saturazione di un colore dipende dal suo grado di purezza. Un’immagine satura è molto vivace e luminosa, un’immagine desaturata è spenta e ricorda vagamente l’effetto seppia. 

 

Purezza

Dipende dall’intensità di un colore e dal fatto che non ci siano mescolanze con altri. 

 

RGB

Grazie a una mescolanza di rosso, giallo e blu, sullo schermo appaiono immagine, veste tipografica e struttura del colore. Si tratta del modello standard per la visualizzazione dei colori su uno schermo.

 

PMS

Meglio noto come Pantone, PMS sta per Pantone Matching System e si avvale del sistema tintometrico Pantone per definire ogni colore che viene riprodotto ad ogni stampa nel modo corretto. 

 

Fatta questa premessa, c’è da dire che ogni colore agisce in modo diverso sulla psiche. Lo sanno bene gli chef che dedicano grande attenzione alla presentazione dei loro piatti e gli interior design che scelgono determinati colori per gli arredi di un nuovo locale. I colori influenzano anche il gusto, l’umore e persino l’energia delle persone. Perché un colore verde brillante ci evoca un senso di intensa freschezza e un colore giallo migliora immediatamente l’umore? Perché alla base di tutto c’è la cromoterapia che è il punto di partenza ma anche il punto di arrivo del food marketing. 

 

m.s.

 

Pet friendly
Precedente
Pet friendly
Menù pizza
Successivo
Menù pizza
Altre storie
luigi d'auria
Luigi D’Auria e la sua focaccia scaccia Covid