Ferrarelle: dalle falde del vulcano alle gioie della tavola!

La storia Ferrarelle sa brillare nel tempo e nello spazio grazie alla sua unicità e, soprattutto, alla sua piacevolezza. Ecco il racconto di Antonio Marzocchella.

Dalle falde del vulcano all’inimitabile geyser d’acqua fredda che conduce Ferrarelle fino alle tavole dei suoi amatissimi Italiani. L’acqua effervescente più amata di sempre sa compiere un gustosissimo viaggio oltre i confini dello spazio… e persino del tempo. Quella Ferrarelle è, di fatto, una storia come poche, un avvincente racconto che sa coinvolgere, proprio nel nome della salubrità e della piacevolezza, ben due solide realtà sin dal lontanissimo 1893.

Ferrarelle: il fiabesco intreccio

Per Antonio Marzocchella, Head of Sales Horeca presso Ferrarelle SpA, parlare di Ferrarelle significa infatti narrare due bellissime storie che si intrecciano: quella dell’acqua, che da sempre scorre nelle sorgenti di Riardo, e quella dell’Azienda. “Della prima – spiega infatti Marzocchella – si parlava già ai tempi dell’Impero Romano. L’acqua delle sorgenti di Riardo era comunemente nota per le sue proprietà curative e la capacità di sciogliere le formazioni calcolose. Mentre della seconda, se ne iniziò a parlare soltanto anni dopo. E cioè da quando la strada dell’acqua incontrò ufficialmente quella dell’Azienda Ferrarelle S.p.A., 100% italiana. Strettamente legata all’eccellenza del marchio Ferrarelle – continua infatti Marzocchella – l’effervescente naturale è sinonimo di qualità dal 1893 e rappresenta, ad oggi, il quarto produttore italiano di acque minerali operando persino nell’imbottigliamento e distribuzione di acque minerali a livello nazionale e internazionale”.

Un singolo nome, infiniti legami

Quella di Ferrarelle è dunque una distribuzione tanto vasta quanto gustosa. Una distribuzione che ufficialmente attesta l’acqua effervescente naturale per eccellenza come la preferita dalle famiglie italiane e che ben testimonia lo stretto legame venutosi a creare tra di loro nel tempo.

Ferrarelle e la fiducia delle famiglie

Da sempre – spiega infatti a riguardo Antonio Marzocchella – Ferrarelle si impegna per offrire prodotti e servizi di qualità per i clienti e i consumatori ed è proprio sulla base di questo principio che si riesce ad instaurare un forte legame di fiducia con le famiglie. Ferrarelle, infatti, garantisce allo stesso tempo il rispetto della tradizione e una nuova apertura all’innovazione, aspirando costantemente all’eccellenza e all’inimitabilità dell’alta qualità Made in Italy.”

L’impegno per l’ambiente

Soprattutto nell’ultimo anno – continua l’Head of Sales Horeca presso Ferrarelle SpA – i consumatori hanno dimostrato di orientare la propria ricerca verso acque in grado di coniugare un gusto più ricco con la naturalità, confermando allo stesso tempo la sostenibilità come trend premiante. Ferrarelle risponde a queste crescenti esigenze e, non a caso, il brand è stato premiato come il più sostenibile del mercato delle acque minerali e terzo in assoluto nel settore dei beni di consumo secondo i consumatori italiani, come rivelato dalla ricerca 2020 #WhoCaresWhoDoes sulla Sostenibilità e le preoccupazioni ambientali realizzata da GfK. Questo significa che non solo i consumatori si fidano di noi ma conoscono e apprezzano anche il nostro impegno in ambito sociale e ambientale”.

L’impegno per il benessere

Un impegno, quello della ormai storica realtà Ferrarelle, che sa dunque contraddistinguersi per la sua dedizione all’ambito sociale, ambientale e persino umano e che lo stesso Marzochella ama infatti definire “vero miracolo della natura”. “Ferrarelle – spiega infatti Antonio M. – si distingue per una composizione minerale straordinariamente unica. Un percorso naturale di oltre trent’anni, nel sottosuolo tra Lazio e Campania, che porta l’acqua a contatto con rocce vulcaniche ricche di numerosi minerali preziosi per l’organismo come calcio, bicarbonato, silice, potassio, magnesio e sodio. Tutti elementi importanti per garantire un buon livello di idratazione, sia nei giovani sia negli anziani, e per coloro che praticano attività sportiva.”

Ferrarelle: Un’acqua buona da pensare e buona da gustare

Un’acqua buona da pensare, ma persino da gustare dunque. Perchè Ferrarelle, oltre ad essere una forte paladina della nostra salute, è anche un’ottima alleata per la buona tavola. “È proprio il gusto poliedrico e versatile di Ferrarelle a renderla perfetta per accompagnare qualsiasi piatto – spiega infatti a riguardo Marzocchella – Ferrarelle, grazie alla sua effervescenza naturale che non risulta mai fastidiosa ed eccessiva, si presenta infatti al palato con una vellutata e piacevole sensazione tattile. A sublimare il tutto, infine, c’è quel tocco di acidità finale, con una sensazione di fresca gradevolezza accompagnata da una sapidità salina e un tono prolungato di dolcezza scaturito della ricca presenza di bicarbonati”.

Alleata della buona tavola… e della pizza

Buona per accompagnare la più variegata gastronomia dunque… ma buona anche per la Pizza! Ferrarelle è infatti perfetta anche accanto al pasto più tradizionale di sempre! “Grazie al connubio perfetto di pienezza e dolcezza. – spiega infatti Marzocchella – Ferrarelle si sposa particolarmente con i piatti a base di carboidrati. Con i primi piatti, i formaggi freschi…e, naturalmente, con la pizza. Un altro simbolo di eccellenza del nostro territorio!”

L’unione fa la forza, è risaputo! Ma se fatta nel nome del gusto con l’unione di Pizza e Ferrarelle… si tratterà davvero di un gioioso e saporito tripudio.

s.g

Altre storie
Damiano alaia
Damiano Alaia: un Verace a Perugia!