stretch pizza

Stretch Pizza: non solo cucina molecolare

Dalla cucina molecolare alla nuova pizzeria pop-up Stretch Pizza, ecco la nuova svolta di Wylie Dufresne

Wylie Dufresne, lo chef che da oltre dieci anni rappresenta il vero e unico punto riferimento per la cucina molecolare made in Usa, reiventa se stesso e la propria attività grazie ad una nuovissima pizzeria pop up nata nel pieno centro di Manhattan: Stretch Pizza.

Stretch Pizza: la nuovissima sperimentazione di Dufresne

“La pizza mi ha salvato durante la pandemia” afferma lo stesso Molecular Chef Wylie Dufresne. Dopo l’avventura del WD-50, conclusasi nel 2014, il celeberrimo Chef ha infatti voluto perpetuare il proprio percorso e il proprio rispetto verso la gastronomia molecolare anche con la nascita nel 2017 del Du’s Donuts & Coffee a Brooklyn e persino oggi con la sua nuovissima sperimentazione nata sotto l’insegna di Strecht Pizza.

Wylie Dufresne: il nuovo tentativo

Se dunque la Du’s Donuts & Coffee a Brooklyn era una confertevole ciambelleria in pieno american style chiusa infine per controversie di tipo immobiliare, con la Stretch Pizza Wylie sceglie invece di rilanciare il proprio ruolo, il proprio operato e persino… di ingannare l’attesa. La pandemia ha di fatto bloccato tantissime iniziative, in campo enogastronomico e non solo, ma con una specialità decisamente popolare a New York, proprio come la pizza, il tentativo risuonava per Wylie quasi come un imperativo categorico.

La pizza in tempo di pandemia

Gli ultimi mesi hanno infatti popolato le caratteristiche strade di New York con molteplici, originali e diversi tentativi legati alla storica tradizione gastronomica italiana. La pizza è parsa dunque l’unica scelta sostenibile da attuare, soprattutto in tempo di restrizioni da Covid e considerate le necessità di delivery e take away.

Un’ondata di positività

Anche l’esordio dell’Antica Pizzeria da Michele a New York ha infatti illuminato con positività e propositività il nuovissimo e particolare momento della ristoriazione. Mondo che, nonostante le difficoltà, ha voluto dunque continuare a rilanciare su se stesso con differenti iniziative e molteplici scommesse. Ed è proprio in tal contesto dunque, che anche Dufresne ha voluto concretizzare, in collaborazione con la Breads Bakery di Union Square, la nuovissima pop-up pizzeria Stretch Pizza.

La nascita di Stretch Pizza

Stretch Pizza è infatti una pizzeria nata sì dalle necessità di un periodo triste e complesso. Ma anche figlia del desiderio dello stesso Chef di poter omaggiare la tradizione della pizza. Se nella cucina di WD-50, lo chef aveva infatti avuto modo di interpretare le specialità italiana attraverso il suo originalissimo filtro creativo e di servirla sotto la particolarissima forma di sfere ariose e croccanti al sapor di pizza. Nell’ultimo anno l’approccio di Dufresne è risultato invece assolutamente più tradizionale, intenso e convenzionale.

Dufresne: “La pizza mi ha salvato”

“In periodo di pandemia la pizza mi ha salvato”. Con i mesi di chiusura e di ritiro in Connecticut, Dufresne ha infatti voluto sfruttare il momento per studiare, sperimentare e soprattutto infornare ben più classiche pizze nel forno a legna. Il tentativo, nato forse più come passatempo, è però diventato ben presto una sorta di ossessione per lo chef. Ossessione palesata dunque ufficialmente dalla pizzeria Stretch Pizza.

Stretch Pizza: un Menu semplice?

Anche il menu di Stretch Pizza è ben più semplice e tradizionale rispetto alle singolari gesta del noto Chef. Una classica pizza tonda “New York Style” in quattro varianti e, infine, un calzone ripieno da ordinare ovviamente previo mezzo telematico sono infatti le uniche, ma eccezionali, proposte della nuovissima pizzeria pop-up.

Da pizze classiche a pizze con tutto…

Ed è proprio così così dunque, che tra pizze “classic New York” con mozzarella, pomodoro, parmigiano. O ben più travolgenti pizze “con tutto”dalla scamorza e cream cheese, spezie varie ed erba cipollina. Che WD sa, anche se in forma temporanea, ancora una volta affascinare e conquistare la sua amatissima città.

s.g

Altre storie
pizzavillage@home
Coca-Cola PizzaVillage@Home: Passione e sapori in Tour