Pierangelo Chifari: la Sicilia in una pizza!

Con la sua pizzeria “Archestrato di Gela”, Pierangelo Chifari promette un’esperienza di gusto all’insegna dell’eccellenza e della sua terra natia. Ecco il suo gustoso racconto!

Una pizza al sapor di eccellente Sicilia! È questa la promessa gastronomica di Pierangelo Chifari. Con la sua pizzeria “Archestrato di Gela”, infatti, Il maestro pizzaiolo Pierangelo non solo punta ad una delle più intense esperienze gastronomiche, ma soprattutto all’eccellenza degli ingredienti che la caratterizzano.

Pierangelo Chifari: due spicchi Gambero Rosso

Con tantissimo studio e cotante dedizione, Pierangelo Chifari è infatti riuscito a conquistare ben due blasonati spicchi nella guida del Gambero Rosso. Un risultato, quello firmato Chifari e Gambero Rosso, che oltre a celebrare la perfetta riuscita di un gustoso progetto sa persino racontare il coronamento di un sogno e, soprattutto, di una passione.

Una passione nata assieme a Pierangelo

Quella di Pierangelo Chifari è di fatto una passione nata sin da quando era bambino. Un amore che però, a differenza di tanti altri, ha saputo crescere e arrivare sino ad oggi senza arrestarsi mai. Una passione intensa dunque… e di cui lo stesso maestro pizzaiolo Pierangelo Chifari racconta: “È una passione che affonda le sue radici nella mia infanzia”.

In cucina con la mamma

“Da bambino – continua infatti Pierangelo –  amavo trascorrere del tempo in cucina con mia madre. Ero affascinato nel vederla preparare pietanze di ogni genere. In quel modo così naturale mi trasmise l’amore e il rispetto per la cucina. Una volta adolescente, amavo trascorrere molti dei miei weekend a preparare la pizza per la mia famiglia e tanti amici in molteplici varianti. Modificando di volta in volta la ricetta, al fine di ottenere un risultato sempre migliore del precedente. E così, sbagliando, provando e riprovando, mi accorsi che più passava il tempo più il mio amore per la pizza e per tutti i lievitati cresceva a dismisura”.

Lo studio di Pierangelo Chifari

Tra tentativi, prove, dedizione e infinita tenacia, Pierangelo Chifari sa dunque mostrare che la chiave del successo del suo operato non è stato di certo il solo ingrediente o una specifica tecnica, bensì tutto il suo insieme: lo studio. “So che potrebbe suonare strano — racconta infatti Pierangelo Chifari — ma senza dubbio il mio primo lavoro è stato lo studio. Non provenendo da una famiglia di ristoratori, ho avuto un percorso diverso rispetto a tanti colleghi che hanno imparato sul campo. Prima di prendere completamente le redini dell’attività e della cucina ho preferito formarmi al meglio. L’Università della Pizza di Vighizzolo d’Este ha allargato di molto i miei orizzonti. Permettendomi di scoprire concetti e tecniche fino ad allora inesplorate. Mi ha dato inoltre la possibilità di confrontarmi con i grandi veterani dell’arte bianca.

Muse ispiratrici e punti di riferimento

Tanto studio dunque, ma anche tante muse ispiratrici e punti di riferimento.“Ho avuto la fortuna di trascorrere molto tempo in cucina con mia madre — racconta infatti Pierangelo — un vero punto di riferimento assieme a Renato Bosco, Franco Pepe, Rolando e Francesca Morandin”.

Pierangelo Chifari e Archestrato di Gela

L’apertura di “Archestrato di Gela”, arrivata nel 2015, è stata dunque un grande traguardo ma soprattutto un significativo passaggio di cui lo stesso maestro pizzaiolo ama raccontare:” La pizzeria é Mara, in un primo momento, come bistrot di qualità ma la trasformazione in pizzeria è stata graduale, quasi fisiologica. Abbiamo cominciato a piccoli passi, proponendo la pizza durante un solo appuntamento settimanale. – e continua — Da lì a brevissimo, per cercare di soddisfare tutte le prenotazioni che ricevevamo, integrammo altri appuntamenti, riscuotendo un successo talmente repentino che ci convinse ad impiegare le nostre forze in quella direzione e, soprattutto, sui prodotti di altissima qualità.

 

Una proposta al saporò di promessa!

La qualità proposta da Pierangelo, che a pieno rispetta il concetto di stagionalità sa infatti rappresentare per i clienti una grandiosa prerogativa, ma anche uno straordinario beneficio. “ I nostri clienti — racconta infatti a riguardo Pierangelo — sanno bene che, con il cambio dalle stagioni, cambia anche la nostra proposta”.

Le pizze di Pierangelo

“Abbiamo un unico impasto di tipo semi integrale, realizzato con farina di tipo 1 macinata a pietra e grano duro integrale di Timilia, autoctono siciliano. – continua infatti Pierangelo Chifari – Un impasto che accompagna le 15 pizze presenti in carta. Si affiancano alcuni antipasti della tradizione, come i famosi sfincioni, tipici del nostro territorio, o le emblematiche arancinette ai formaggi. La proposta continua con un articolato percorso che spazia dalla pizza fritta alla pala romana, passando dalla pizza al padellino al pane realizzato rigorosamente con sola pasta madre viva. In ultimo la carta dei dessert di nostra produzione, realizzati nel laboratorio della nostra gelateria e pasticceria artigianale, che si trova a due passi dalla pizzeria”.

L’elegante e saporita avventura di “Archestrato di Gela”!

Ed è proprio così, dunque, che dai lunghi viaggi per terra e per mare intrapresi da un Archestrato di Gela alla continua ricerca dei vini più pregiati e delle migliori vivande, un’omonima pizzeria riesce quindi a brillare per una proposta gastronomica all’insegna dell’eleganza della propria terra, del suo sapore e persino della sua friabilità.

s.g

Altre storie
Bitcoin Pizza: il nuovo connubio gastronomico