Dimagrire mangiando la pizza: La pizza diet

Dagli States la storia di Pasquale Cozzolino, Una pizza al giorno leva i kg in più di torno.

Dimagrire mangiando la pizza? La pizza diet di Pasquale Cozzolino è diventata virale.

Trasferitosi negli Usa per lavorare nel noto ristorante “Ribalta”, l’impatto dello chef napoletano Pasquale Cozzolino con il cibo americano non è dei migliori. In breve tempo mette su molto peso. Con tutte le relative problematiche che porta il sovrappeso. Nello specifico, il rischio di infarto.

COME NASCE LA PIZZA DIET

Cozzolino torna poi a Napoli e si reca da un nutrizionista. Ma non uno qualsiasi: sceglie un nutrizionista impegnato nel mondo dello sport, cosicchè potesse dargli una dieta con una base scientifica. Il menù della dieta per Cozzolino non è poi così tanto differente da ciò che mangiava prima di trasferirsi in America. A colazione cereali con latte scremato. Carne magra, pesce, legumi, verdure, frutta. E poi… una pizza a pranzo. Fisso.

La pizza nell’ambito di una dieta dimagrante viene spesso pensata come un pasto sgarro. Il famoso pasto di piacere che ci si concede una tantum. In realtà, la pizza è un alimento molto genuino e ben bilanciato. Basti pensare che una pizza fatta con acqua, farina, sale, pomodoro e mozzarella che siano di qualità e senza grassi aggiunti, ha un apporto di sole 570 kilocalorie.

La cosa importante era assolutamente mangiarla a pranzo, e non a cena. Infatti ci vogliono perlopiù 12 ore per digerire completamente i carboidrati.  Sicuramente è molto stimolante seguire una dieta dimagrante sapendo che a pranzo ci aspetta una pizza gustosissima piuttosto che il minestrone o la fettina di petto di pollo con le zucchine bollite.

La storia di Pasquale Cozzolino, che è riuscito a dimagrire mangiando la pizza tutti i giorni, è diventata un libro, ‘The pizza Diet’.

DIMAGRIRE MANGIANDO LA PIZZA È POSSIBILE

Attenzione, è bene farsi seguire da un nutrizionista o comunque da un professionista competente.

Tuttavia, dimagrire mangiando spesso la pizza si può. Rispettando delle accortenze. Come abbiamo detto, è meglio consumarla a pranzo. E facciamo attenzione ai condimenti. È bene evitare insaccati e cibi sott’olio. Se non si vuole mangiare sempre la pizza margherita, si possono aggiungere delle verdure grigliate oppure andare di semplice salsa di pomodoro e origano.

La dieta sembra ancora tanto triste?

 

Continuate a seguirci su Instagram.

Altre storie
San Valentino
San Valentino al nuovo “The Britannique Naples, Curio Collection”