Un forno alla lava per Mario David Garcia Mansilla

Mario David Garcia Mansilla ha appena scelto un cratere guatemalteco come sede per la sua pizzeria pop-up. Provare per credere… se si ha il coraggio!

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno la lava avrebbe potuto fungere da forno?Eppure è così! E Mario David Garcia Mansilla con la sua pizza  al vulcano del Guatemala sa perfettamente dimostrarlo.

Un cratere guatemalteco per la pizza al vulcano!

Mario David Garcia Mansilla ha infatti scelto come sede della sua pizzeria pop-up il più superattivo cratere guatemalteco: il Pacaya. Per impastare, e soprattutto per cuocere, il pizzaiolo Mario David Garcia Mansilla si arrampica infatti sul monte. E lo fa ogni volta, portando in spalla addirittura trenta chili di peso tra ingredienti e attrezzature.

Pizza al vulcano di Mario David Garcia Mansilla

Ma che cos’é nel dettaglio questa pizza alla lava? E soprattutto, che sapore ha? La pizza alla lava di vulcano di Mario David Garcia Mansilla è una vera e propria pizza che per essere cotta viene condotta fino alle calorose viscere della terra. 

Uno dei più attivi vulcani del Guatemala

M. D. G. Mansilla ha infatti deciso di andare direttamente alla fonte per cuocere la sua pizza e di sfruttare il notevole calore che esce dalle viscere della terra proprio per cucinarla. La location di tale operazione? È Ovvio! il Pacaya! uno dei tre più attivi vulcani del Guatemala. 

Il coraggio di Mario David Garcia Mansilla

Il Pacaya, che ha eruttato per la prima volta ben 23 mila anni fa, è infatti esploso almeno 23 volte. L’ultima grande eruzione è stata, invece,  lo scorso aprile ed è durata addirittura  per intere settimane. Ma questa superattivitá non ha di certo fermato M. D. G.Mansilla. Né tantomeno la sua pizzeria pop-up.

Una vera e propria scintilla 

L’idea di M. D. G. Mansilla, vera e propria scintilla innescata nella sua testa nella notte del 27 maggio 2010 con la violenta eruzione dal villaggio di San Vicente, spinse infatti il Mansilla ad avvicinarsi al pericoloso cratere piuttosto che a scappare. E con tanto di rocce fiammeggianti e zampilli arrivati a chilometri di distanza, García Mansilla decise dunque di trasformare la sua passione per la pizza e per la lava in un vero e proprio business.

Mario David Garcia Mansilla: Fiume di lava come forno

La pizzeria di M. D. G. Mansilla sfrutta infatti il fiume di lava come se fosse un  vero forno. E se la prima pizza lavica è stata sfornata nel 2019, ad oggi l’attività non solo non ha più smesso, ma addirittura si è affermata e confermata. Pizza Pacaya apre infatti solo su prenotazione e García Mansilla si arrampica ogni volta sul vulcano portando in spalla trenta chili di ingredienti e attrezzature, incluso un tavolino pieghevole, per offrire la sua coraggiosa specialità. 

La pizza di Mario David Garcia Mansilla

La pizza di  Mansilla, ovviamente, è lontana anni luce dalla classica napoletana. Sicuramente più spianata e croccante, la pizza alla lava ha infatti dei tempi di cottura che variano dai 2 ai 14 minuti! Minuti che variano in base alla “potenza” della lava che raggiunge facilmente anche gli 800 gradi centigradi. 

Una golosa e coraggiosa specialità 

I clienti, per assaggiare questa golosa e coraggiosa specialità, vengono infatti portati dalle guide del Pacaya–Samiria National Reserve e devono scegliere i condimenti per la propria pizza almeno con qualche giorno d’anticipo. Una vera esperienza di gusto quella proposta dal Mansilla, ma anche di coraggio e soprattutto di tanta tenacia.

s.g


Altre storie
Feat Food: il nuovo successo Made in 2020