Ferrarini lancia Italica, la mortadella gourmet

La storica azienda emiliana Ferrarini lancia Italica, un prodotto top di gamma frutto di artigianalità e passione

Si fa presto a dire mortadella. Certo, tre o quattro fette all’interno di un panino croccante rappresentano una certezza che nulla potrà mai mettere in discussione. Ma può esserci molto di più. Anzi, c’è molto di più. Oggi Ferrarini lancia Italica,  la mortadella gourmet di alta qualità. Fatta con artiginalità e passione e destinata a chef e pizzaioli. L’ultimo prodotto dell’azienda emiliana che con 65 anni di storia è una delle più famose eccellenze della gastronomia italiana.

Ferrarini lancia Italica

Dopo i successi ottenuti ovunque con il prosciutto cotto a base di ventuno erbe aromatiche, e poi anche con il crudo di Parma, Ferrarini lancia Italica ed entra dunque nel mondo della mortadella. Lo fa realizzando una linea top di gamma che guarda soprattutto alla cucina raffinata. Ad accostamenti tipo mortadella e bollicine, oppure al mondo della classica pizza napoletana arricchita da un saporito valore aggiunto. Lavorazione artigianale, assenza sia di glutine che di proteine di latte e lattosio ne fanno un alimento leggero e digeribile. E per un’offerta che soddisfi tutti i gusti sono state ideate due differenti ricette: la classica, e una linea che si caratterizza non soltanto per la presenza dei pistacchi ma anche per l’innovativo utilizzo delle mandorle.

La distribuzione attraverso Progetto Italia

“Il nostro obiettivo – spiega il direttore Marketing del Gruppo, Claudio Rizzi – era ottenere la migliore mortadella in assoluto presente sul mercato, e i primi commenti dei clienti dimostrano che ci siamo riusciti”. Appena nata, Italica è diventata uno dei pilastri di Progetto Italia, l’iniziativa di distribuzione alimentare che mira alla promozione del commercio locale e delle piccole botteghe. E  che coinvolge le migliori salumerie su tutto il territorio nazionale. I riscontri, come sottolineato da Rizzi, sono più che lusinghieri.

ferrarini

I segreti del successo di Ferrarini

A spiegare i segreti del successo è lo stesso manager. “Selezioniamo solo tagli nobili del maiale italiano sia nelle parti magre che in quelle grasse. Uutilizziamo l’aglio fresco anziché in polvere per conferire al prodotto un profumo più riconoscibile. Ma, soprattutto, l’impasto viene aromatizzato con lo stesso mix segreto di spezie ed erbe aromatiche utilizzato per la produzione del nostro Prosciutto Cotto”. Anche quelli che a un occhio inesperto possono sembrare dettagli, ma che in realtà non lo sono affatto, sono curati e realizzati sempre all’insegna della massima qualità. “In Ferrarini – aggiunge il direttore Marketing – sappiamo quanto contino sul mercato l’altissima qualità e l’artigianalità. Perciò abbiamo scelto la legatura con corda, che enfatizza l’artigianalità del prodotto. E anche la forma a palla che garantisce la massima resa perché permette di ottenere fette grandi dall’inizio alla fine”.

Le 21 erbe aromatica

Ma la forza di Italica non è soltanto nell’altissima qualità e nel gusto. Conta anche l’importanza del marchio che la propone e quanto Ferrarini sia radicato sul territorio italiano. Ancora Rizzi: “Il nostro è un brand solido, apprezzato e richiesto dal mercato, e l’originale ricetta del mix di erbe che contraddistingue il Prosciutto Cotto oggi diventa protagonista anche di questo nuovo prodotto caratterizzando ulteriormente la nostra offerta”.

L’importanza della Bottega

La distribuzione di Italica sarà in linea con la tradizione anche commerciale del gruppo emiliano. “Partiamo dalle migliori salumerie italiane – spiega ancora il direttore Marketing – perchè siamo storicamente legati al mondo del dettaglio tradizionale, nel quale vogliamo consolidare la nostra presenza. Come? valorizzando la ‘bottega’ di fiducia dove vince il rapporto umano e il salumiere chiama il cliente per nome”. E proprio per questo canale che è stata studiata Italica.

Sapori d’Italia

“Il sostegno all’economia locale è fondamentale e lo facciamo anche attraverso la partecipazione a iniziative  come Sapori d’Italia. I negozi di quartiere italiani sono la storia di questo paese e l’eccellenza del Made in Italy. Lì vince il rapporto umano e il consumatore si affida al salumiere. Questa è la forza che ha consentito a molti negozi al dettaglio di alimentari di crearsi una nicchia di mercato apprezzata dal consumatore e di coesistere con la grande distribuzione organizzata”.

https://www.ferrarini.com/mortadella-italica

m.b

Altre storie
Lovatel e Ivic: il nuovo connubio gastronomico