Concettina ai Tre Santi
Concettina ai Tre Santi

Da Concettina ai Tre Santi arriva “The Green Boom”

Ciro Oliva punta su un nuovo menu e sul rebranding per far evolvere la sua storica insegna

Un rebranding fortemente voluto, per consentire al brand di evolvere e di adeguarsi ai recenti cambiamenti nella storia della rinomata insegna; in parallelo, assieme al nuovo logo, anche un progetto grafico che coinvolge tutta l’identità visiva del locale, per definire un nuovo linguaggio sulla base del concept creativo. È tempo di novità da Concettina ai Tre Santi, la storica pizzeria della Sanità a Napoli, il riferimento per la pizza di qualità. Nel regno gastronomico di Ciro Oliva si alternano idee e progetti: la nuova veste grafica di Concettina diventa espressione di una napoletanità pop che attinge dalle mille sfaccettature dell’immaginario quotidiano partenopeo.

Il progetto grafico

Elementi caratteristici che vengono estraniati dal contesto ed elevati a vere e proprie icone pop, dando vita così a un linguaggio contemporaneo, ricco di colori e suggestioni che si esprime attraverso tutto il materiale dell’offerta di Concettina ai Tre Santi: dai piatti in ceramica alle t-shirt, dai grembiuli dello staff agli stessi cartoni della pizza, quest’ultimi ispirati agli iconici cartelli dei mercati rionali, realizzati dagli storici artigiani, i ‘numerari’ di Napoli. Il progetto grafico porta la firma del giovane designer Emilio La Mura, ventottenne partenopeo che si è formato a Milano dove, dopo la laurea triennale all’Accademia di Bella Arti di Napoli, ha frequentato la magistrale al Politecnico, indirizzo design della comunicazione, e da tre anni è visual designer presso l’agenzia di branding milanese CBA Design.

Concettina ai Tre Santi

The Green Boom

Le novità non sono solo visive, ma anche gustative da Concettina ai Tre Santi: lo studio sui sapori effettuato da Ciro Oliva ha portato alla nascita di un nuovo menu stagionale, che dona un ruolo fondamentale al vegetale: “Ho voluto portanre avanti l’anima e l’energia dei produttori Campani come ad esempio la Masseria Pigliuocco, a Lavorate nella zona del Sarno (Sa), di cui utilizzo una buona parte delle verdure all’interno del mio nuovo menù”, spiega Ciro Oliva, che aggiunge “L’impegno è da sempre quello di sostenere gli artigiani del mio territorio, i contadini e la terra, per riuscire a dare un futuro migliore e sostenibile ai miei figli e alle generazioni future.

Come nasce una nuova pizza

Così nasce il mio nuovo menù, che comprende The Green Boom, la pizza dedicata a Dario Montoro, il proprietario di Masseria Pigliuocco, che porta avanti quello che sta diventando un mestiere scomparso quello del coltivatore della terra. Allo stesso modo, anche io voglio sostenere la terra, cercando di invogliare giovani come me a lavorare nei campi e garantire così una produzione di ortaggi e materia prima eccezionale, perché tutto parte da lì: se riusciamo a raggiungere grandi obiettivi è proprio grazie ai meravigliosi prodotti del nostro territorio”. The Green Boom è una pizza gastronomica che gioca sulla freschezza del vegetale e sui grandi prodotti italiani: misticanza, baby carote e baby ravanelli, noccioline americane, aceto balsamico di Modena e Parmigiano Reggiano 48 mesi, il tutto farcito a crudo.

Concettina ai Tre Santi

l.s.

Altre storie
Francesco Saggese: il pizzaiolo “wow”!