Eleonora Massaretti, il primo amore non si scorda mai

Dopo l'apertura di Basilico Rosso, altri progetti in arrivo

Le figure femminili che contano in pizzeria si stanno facendo largo sempre di più. Tra di loro, ritroviamo Eleonora Massaretti, titolare di Basilico Rosso. La Massretti ha un passato nel settore della moda. Ma l’arte bianca è tornata con forza nella sua vita ed ora fa parte della sua quotidianità.

Classe 1977, professione pizzaiola, Eleonora Massaretti ha i suoi primi contatti con il mondo della pizza li ho avuti fin da giovane quando, ancora studentessa, lavorava come cameriera in una pizzeria.

La sua vita prosegue e si laurea in Pubbliche Relazioni, dopodichè lavora per 12 anni con grande passione a Milano nel mondo della moda.

Poi qualcosa dentro di lei cambia. Lascia il mondo di lustri della moda ed inizia un percorso formativo all’Università della Pizza, presso il Molino Quaglia. Conoscere il mondo della pizza contemporanea la stimola ad elaborare un nuovo progetto. Nel 2016 con l’aiuto di suo marito, apre la sua pizzeria Basilico Rosso. L’aver frequentato tanti ristoranti in giro per il mondo le ha dato una precisa del tipo di locale che voleva gestire. Ossia, un locale con grande attenzione al cliente e alla sua accoglienza, dall’entrée al predolce e al pane fatto in casa, e con l’utilizzo di materie prime di qualità e del territorio dove possibile.

Poi il senso estetico, la cura per i dettagli e per la presentazione dei piatti, che caratterizzano sicuramente le sue pizze.

Gli impasti delle pizze di Eleonora Massaretti partono solitamente da diversi mix di farine Petra come Petra 5Petra 9, le nuove Petra hp. Per la lievitazione usa spesso il metodo indiretto con poolish e biga.

Si propongono diversi formati: napoletana, in pala o al padellino. Ma anche basi molto particolari come la supersoft, ossia una pizza alta e soffice che viene precotta al vapore e poi rigenerata in forno prima di essere servita, produce così una golosa crosticina croccante.

Un suo punto di forza, oltre alla pizzeria con sei tipi di impasti differenti, è la cucina di pesce. Si è così tanto lavorato ad una cucina moderna e creativa che utilizza il pescato e in cui ogni piatto può essere trasportato sulla pizza. Ed appunto, da poco un nuovo progetto è diventato realtà. Lievitati da’Mare è un gioco di parole che richiama la nostra passione, e quindi l’amore, tanto per i prodotti del mare quanto per i lievitati. Il logo poi, che consiste in uno spicchio di pizza, è disegnato utilizzando i numeri della sua data di nascita: 1977.

 

Avanti così Eleonora!

 

Continuate a seguirci su Instagram.

Altre storie
Le pizze light da prediligere dopo le abbuffate di Natale