Pizzaioli emergenti del panorama napoletano

alcuni nomi degli emergenti italiani

Da sempre sinonimo e stereotipo di pizza nel mondo,  la pizza napoletana negli ultimi anni sta godendo di una particolare giovinezza. Infatti nel corso del tempo, a fianco di mostri sacri della pizza e della tradizione, si sono avvicinati diversi giovani. Ecco chi sono alcuni dei pizzaioli emergenti futuri master della pizza napoletana.

 

Francesco Di Rosa, pizzeria da Cicchetto

Dopo varie esperienze in giro per l’Italia, sei anni fa Francesco ha deciso di aprire la sua attività a Sicignano degli Alburni, dove ha portato e fatto conoscere la pizza napoletana. E dove recupera gli ingredienti per la sua pizza.
Francesco cerca di portare ai clienti tutti i sapori del suo paesino di montagna, reinventandosi ogni giorno. Una pizza sì fedele alla tradizione, ma senza trascurare l’innovazione.

 

Milena Natale di verde vasinicola

Pizzaiola Casertana che vuole raccontare la tradizione della “pizza a libretto” in giro per l’Italia con un Ape car itinerante.
Milena offre una cucina ricercata ma tradizionale e una pizza sempre più vicina ai sapori del territorio.

Dagli ingredienti allo stile del locale, ogni dettaglio è ricercato nella qualità e curato nei minimi particolari.

 

 

Ciro Esposito tra i pizzaioli emergenti

Ciro Esposito si forma nella pizza napoletana fin da piccolo, quando inizia a sperimentare nella pizzeria dei genitori, fondata nel 1992.
Nella sua pizzeria di Napoli, la “Vigliena”, Ciro offre ai suoi clienti una pizza che segue l’antica tecnica del padre, ma che si può comunque definire una pizza contemporanea.

 

 

Rocco Pizzuto, tra i pizzaioli emergenti

La sua carriera di pizzaiolo è nata dalla curiosità per il settore, poi dei corsi professionali hanno formato mani abili e, ad oggi, esperte nella produzione della pizza napoletana.
Rocco ha un approccio contemporaneo a questo tipo di pizza. Utilizza farine di tipo 1, in particolare farine biologiche e proteiche che garantiscono un risultato rustico. E proprio grazie a questi ingredienti ricercati, Rocco cerca di servire un prodotto ricco e genuino che lasci in bocca un sapore nuovo

 

Helena VD, fiocco rosa dei pizzaioli emergenti

 

Helena è alla guida del progetto MANI Pizza & Cocktails dell’imprenditore Paolo Tranchida, un nuovissimo progetto di fusione cosmopolita che a Torino e a Genova mette al centro della propria offerta una tipologia di pizza con cornicione alveolato e altamente digeribile, servita da differenti tipi di impasti prodotti con metodo indiretto e abbinamenti ricercati con materie prime di altissima qualità accompagnati da cocktails realizzati dai migliori bartenders d’Italia, una cosmofusione di gusti e fermentazioni alcoliche.

 

Alessio Russolillo titolare di Evo 50

Per Alessio Russolillo c’è stata una bella gavetta. Infatti ha fatto il pony pizza, lavorato in un ristorante, da otto anni è pizzaiolo. Insieme ad altri due soci ha aperto tre pizzerie, a Napoli e Catanzaro.

Ossia EVO 50, tre locali dove ogni giorno compie la sua magia a base di pizza. In cui tradizione napoletana e cucina italiana si incontrano in pizze uniche e originali. Il suo obiettivo è portare la cucina italiana sulla pizza.

 

 

Continuate a seguirci su Instagram.

Altre storie
La Pizzeria Sarchiapone, dove mangiare la pizza a Torino