Mulino Caputo

Le novità di Mulino Caputo al Cibus 2021

La storica azienda ha presentato alla Fiera agroalimentare i nuovi prodotti

Si è aperta oggi a Parma la XX° edizione di Cibus, fiera agroalimentare organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare, che rimarrà allestita fino al 3 settembre. “Il settore agroalimentare ha voluto ripartire in presenza anche perché alcune proposte e alcuni prodotti non sono virtualizzabili – ha spiegato Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parma – E con questa edizione di Cibus, che solo tre mesi fa sembrava impossibile da realizzare, rappresentiamo al pubblico la nostra capacità di innovazione e adattamento”. Il primo grande evento tornato ad essere organizzato con i visitatori in presenza, un segnale rassicurante per un settore che ha particolarmente sofferto a causa dell’emergenza sanitaria. Tra gli oltre 2.000 espositori in rappresentanza della ampia gamma di prodotti alimentari, c’è anche Mulino Caputo, azienda che dal 1924 lavora il grano con generosità e passione, per offrire a professionisti e appassionati dell’Arte Bianca farine di altissima qualità, prodotte nel pieno rispetto delle materie prime e della tradizione.

Il Metodo Caputo

L’azienda, che ha consolidato il valore del proprio brand anche grazie al Trofeo Mondiale dedicato alla pizza, utilizza da sempre un metodo a macinazione molto lenta, legato all’antica arte molitoria. Questo consente di ottenere farine di altissima qualità senza danneggiarne gli amidi, le proprietà organolettiche e soprattutto l’autenticità del gusto. Vengono misceliate moltissime qualità del grano nazionale provenienti dall’Umbria, dalle Marche e da altre regioni italiane per ottenere la base del prodotto. Successivamente vengono integrate con grani provenienti dal Nord Europa, in particolare Francia, Germania e Finlandia. I prodotti risultano in questo modo estremamente naturali, anche perché lavorati senza l’aggiunta di enzimi chimici o additivi.

La Fior di Ceci di Mulino Caputo

Mulino Caputo è quindi tra gli espositori del Cibus, ben rappresentato dal bellissimo stand elaborato dall’agenzia CBA, che richiama l’atmosfera tipica di Napoli, uno spazio reso vivo dalla presenza di grandi maestri pizzaioli come il Campione del Mondo Davide Civitiello e il pizza resident Vincenzo Iannucci, ma nel corso delle giornate è prevista la partecipazione anche di Gino Sorbillo. L’edizione 2021 della fiera internazionale rappresenta anche il momento idoneo per presentare, anche alle storiche farine “colorate”, anche la grande novità di Mulino Caputo, la Farina di Legumi, come quella di ceci e di piselli adatte per preparare in particolare pane e piadine. I pizzaioli coinvolti dal brand napoletano elaboreranno nel corso delle quattro giornate del Cibus una serie di lievitati per far scoprire ai visitatori le qualità dei nuovi prodotti.

l.s.

Altre storie
Mr.Go Pizza
Mr.Go Pizza: la prova d’assaggio della “pizza meccanica”