le pizze casalinghe

Le pizze ‘casalinghe’ più preparate

Topping e tecniche per la preparazione delle pizze home made più comuni

Considerato l’andamento dell’ultimo anno e mezzo fino all’estate, in tanti hanno imparato a preparare la pizza a casa. Ci si è cimentati con farina, lievito, dosi, panni, ingredienti, con maestria crescente. Ecco quindi le pizze casalinghe più preparate. Per definizione le più amate e le più gettonate e le tecniche per farle ri-uscire dal forno di casa buone come in pizzeria.

Pizza margherita, un classico tra le pizze preparate a casa

La regina delle pizze, riuscite ad immaginare un giro di pizze senza la margherita? Specialmente se si tratta de le pizze casalinghe. Per ottenere una buona pizza margherita è sempre meglio preparare già da prima gli ingredienti base, ossia pomodoro e fior di latte. Per il sugo:  salsa di pomodoro o pelati, sale, olio e immancabile foglia di basilico. Il sugo viene fatto riposare qualche ora. Il fior di latte invece deve arrivare al momento della preparazione completamente sgocciolato, quindi è bene prepararlo già a listarelle e lasciarlo più a lungo possibile in frigo.

La pizza bimbo

Denominata ormai comunemente così perché è la pizza preferita dei bambini. Fior di latte, wrustel e patatine. Le patatine ovviamente vengono tagliate a bastoncini e fritte prima che vengano messe sulla pizza. Il formaggio scelto sarà un legante perfetto tra wrustel e patatine sulla pizza.

La pizza Carrettiera tra le pizze casalinghe più preparate

Si tratta della celebre pizza con salsiccia e friarielli. La parte più lunga della preparazione di questa pizza riguarda la cottura dei friarielli. Per togliere un po’ l’amarognolo tipico di questa verdura, prima di cuocerla in padella con un po’ di aglio e olio, è meglio lasciarla lessare.

 

La pizza Diavola

La famosa pizza con il salame piccante. Gli ingredienti di base sono per l’appunto peperoncino e salame piccante, e sono ciò che rende questa tradizionale ricetta classica un piatto perfetto per gli amanti dei gusti piccanti. Il peperoncino “per sentirsi davvero” va aggiunto solo a fine cottura. Attenzione alle tempistiche, altrimenti il salame rischia di essere eccessivamente gommoso.

 

 

Continuate a seguirci su Instagram.

Altre storie
La tradizione della pizza romana secondo Sami
La tradizione della pizza romana secondo Sami