pizza di natale marchigiana

La pizza di Natale marchigiana, il dolce che non conoscevi

Origini, significato e preparazione della pizza de Natà

Conoscevate la pizza di Natale marchigiana? La pizza de Natà , ossia pizza di Natale, è un dolce natalizio tipico delle Marche che ricorda nella forma se non proprio nel gusto il classico panettone. La pizza di natale marchigiana ha le sue origini nella tradizione contadina, che anticamente veniva fatto in casa con gli ingredienti che la terra metteva a disposizione in questo periodo dell’anno.

Per preparare la pizza di Natale marchigiana, dai sapori tipicamente invernali, occorrono ingredienti semplici come pasta di pane, olio di oliva, nocciole, noci, mandorle, uvetta, fichi secchi, scorze di arance e limoni.

Simbolicamente, la noce è associata alla rigenerazione; il fico, legato al culto del dio greco Dioniso, alla fertilità di piante e animali. Anche l’uvetta ha un significato simbolico. Infatti nelle Marche il primo giorno dell’anno vengono mangiati i chicchi dell’uva conservata dalla precedente vendemmia come augurio di prosperità e abbondanza.

La pizza di Natale marchigiana, la ricetta

Per preparare la pizza di natale marchigiana, cominciamo dall’impasto. Sciogliamo il lievito con l’acqua tiepida e aggiungiamo la farina ad olio, sale e zucchero fino a ottenere una pasta di pane morbida. Una volta pronto il nostro impasto, lo mettiamo a riposare e lievitare per qualche ora. Quando il volume è diventato il doppio possiamo procedere con la lavorazione.

Nel frattempo, e separatamente, mescoliamo insieme gli altri ingredienti della nostra pizza de Natà e cioè: noci, uvetta, mandorle, nocciole, cioccolato tritato (o cacao in polvere), fichi secchi, non più di 450-500 grammi di zucchero, una scorza di arancia e una di limone grattugiate (ma possiamo utilizzare anche il succo spremuto dei due agrumi), un pizzico di sale e mezzo bicchiere di olio.

Fatto questo, uniamo la pasta di pane al secondo composto e lavoriamo l’impasto per dieci minuti finché si amalgama a dovere. Una volta ottenuto il nostro impasto finale, lo metteremo a lievitare in una teglia unta d’olio. Quando la massa si è lievitata si cuoce in forno.

Infine, infornare appunto a 220 °C circa per almeno 40 minuti.

Proverete anche voi questa ricetta?

 

Continuate a seguirci su Instagram.

Altre storie
Top Babà 2022 – Mulino Caputo Award. Ecco dove mangiare i migliori babà d’Italia